Arezzo, Museo Archeologico Nazionale: gli eventi di Amico Museo

La Manifestazione Amico Museo,  promossa dalla Regione Toscana dal 18 Maggio al 2 Giugno 2013,  è presente anche al Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate di Arezzo con quattro eventi organizzati in collaborazione con la Sezione Didattica della Fraternita dei Laici. Incentrati sul ricco e variegato patrimonio archeologico aretino, gli eventi sono dedicati ad un pubblico eterogeneo che include esperti, appassionati, famiglie e bambini.

L'anfiteatro e il convento

L’anfiteatro e il convento

Sabato 1 Giugno alle ore 17,00 (ingresso gratuito) gli antichi occupanti del convento rivivranno in una performance teatrale alla scoperta del complesso formato dall’Anfiteatro romano e dal sovrastante Convento trecentesco di San Bernardo, nelle cui stanze è attualmente ospitato il Museo Archeologico: due guide d’eccezione (Leonardo Bruschi della Libera Accademia del Teatro e Laura Fratini) condurranno il pubblico attraverso la straordinaria storia  di questi monumenti .

Tracce di affresco nell’ex convento olivetano di San Bernardo

Tracce di affresco nell’ex convento olivetano di San Bernardo

Per l’occasione sarà possibile entrare gratuitamente al Museo Archeologico dalle ore 17,00 alle ore 18,30.

L’evento conclude una serie di manifestazioni già svolte presso il museo archeologico:

Sabato 18 Maggio, con una conferenza dal titolo “Inediti cinquecenteschi sulla Chimera: nuove scoperte” la dott.ssa Maria Gatto ha esposto nuovi  e interessanti dati su uno dei più famosi ritrovamenti aretini, la Chimera, rinvenuta nel 1553 presso Porta San Lorentino ed entrata subito a far parte delle collezioni Medicee, attualmente esposta al Museo Archeologico Nazionale di Firenze. L’evento  è proseguito con l’apertura notturna straordinaria del Museo fino alle ore 1.30, nell’ambito della Notte dei Musei 2013, e con la manifestazione Monstrum. Una notte nel mito: dopo un’ introduzione della direttrice del Museo, dott.ssa Silvia Vilucchi,  una performance teatrale condotta dall’attore Samuele Boncompagni (della compagnia Noidellescarpediverse) ha evocato alcune delle più famose creature mostruose dell’antichità; al termine, l’archeologa Laura Fratini ha approfondito l’argomento esponendo alcune delle più recenti teorie sulla nascita e sulla creazione del mito.

Sima frontonale da piazza San Jacopo

Sima frontonale da piazza San Jacopo

Sabato 25 Maggio si è svolto il Laboratorio Didattico “La bottega del vasaio”: con la guida dell’archeologa Francesca Guidelli e del ceramista  Andrea Roggi, un nutrito gruppo di archeologi in erba – molti dei quali già pratici del nostro Museo grazie ai percorsi tematici  qui svolti durante l’anno scolastico – ha realizzato una serie di lastre architettoniche di argilla ispirate a quelle che decoravano i templi etruschi.  Riferendosi alla sima frontonale di Piazza San Jacopo e alle scene di lotta tra Eracle e le Amazzoni raffigurate nel cratere di Euphronios, due dei reperti più noti della sede museale, sono stati modellati guerrieri, amazzoni, civette e perfino pantere, trovando così un modo divertente e istruttivo di passare insieme un pomeriggio di pioggia!

Un momento del laboratorio didattico

Un momento del laboratorio didattico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...