Un anno con Archeotoscana

Un anno fa in questi giorni vedeva la luce Archeotoscana. Non solo il blog, ma anche la pagina facebook della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e l’account twitter del Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Nasceva, insomma, un nuovo modo per comunicare con voi tutti le attività della soprintendenza e la ricchezza del patrimonio archeologico toscano.

tagcloudArcheotoscana

L’idea era stata quella di aprire i musei e le aree archeologiche statali della Toscana al pubblico della rete e dei social network, nell’ottica di dare un’immagine di luoghi vivi e vitali, non semplici contenitori di oggetti, ma fucine di idee, di attività, di coinvolgimento per il pubblico. Da qui dunque la creazione di un sistema di comunicazione che sfruttando la piattaforma blog e le potenzialità dei social media per amplificare le notizie facesse uscire le attività della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana fuori dai soliti canali di comunicazione e informazione per andare a parlare con una fetta di pubblico più ampia e, chissà, magari diversa da quella che solitamente frequenta i musei. Dall’altra parte, però, la nascita di un sistema di comunicazione di questo tipo, in Italia tutto sommato abbastanza nuovo per musei archeologici statali (esistevano già da qualche mese i blog del Museo Archeologico Nazionale di Venezia e del Museo Archeologico Nazionale delle Marche) e sicuramente nuovo per una Soprintendenza, è stato guardato con attenzione (e accolto con favore) da chi, nel settore dell’archeologia, è attento anche alle tematiche della comunicazione.

Il compleanno del blog di Archeotoscana si accompagna ad un altro bel risultato: abbiamo infatti da poco superato i 100 post, il che vuol dire che in un anno abbiamo dato conto di numerose attività, dando notizia degli eventi, raccontando i più interessanti, e poi raccontando alcune storie legate alle collezioni, agli oggetti, ai musei. Perché crediamo che i musei debbano raccontare se stessi, a 360°.

Ma perché non rimanga tutto un’azione fine a se stessa, abbiamo sviluppato allo stesso tempo una rete social. Il blog non è altro che uno strumento di comunicazione accanto agli altri canali (facebook, twitter e Pinterest), e tutta la rete insieme realizza la comunicazione.

Il primo anno è stato positivo, in termini di attività e di risposte da parte del pubblico, attivo soprattutto sui social e in particolare su twitter. Ora vogliamo fare di meglio: vogliamo navigare nella direzione di coinvolgere sempre di più tutti voi che ci seguite, e di creare occasioni in cui musei reali e la rete virtuale si possano fondere. Qualche evento è già stato fatto, come l’Invasione Digitale al Museo Archeologico Nazionale di Firenze dello scorso 3 maggio, o come la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo del 13 ottobre 2013, organizzata al Museo Archeologico Nazionale di Arezzo e di Firenze, che è stata promossa esclusivamente tramite i social media. Vogliamo coinvolgere sempre di più tutti voi chiedendovi di condividere con noi le vostre esperienze (e a tal proposito vi ricordiamo che nei Luoghi dell’Archeologia statali della Toscana si possono scattare fotografie senza il flash) e aiutandoci a migliorare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Advertisements

One thought on “Un anno con Archeotoscana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...