Cosa, Museo Archeologico: “Cosa vorrei” il 7 dicembre

In occasione della Giornata Nazionale dell’Archeologia, del Patrimonio Artistico e del Restauro, il 7 Dicembre 2014, dalle ore 9,00 alle ore 17,00 Il Museo Archeologico Nazionale di Cosa propone “Cosa vorrei“, un parziale riallestimento del Museo, suggerito dai visitatori, che potranno indicare come esporre alcuni dei reperti presenti nei contenitori espositivi  e preparare l’apparato didascalico relativo.

COSAVORREI (1)

In cosa consiste esattamente “Cosa Vorrei”?

Una decina di vetrine del museo sarà sottoposta all’attenzione dei visitatori: saranno loro illustrati i reperti esposti al loro interno, mettendone in risalto gli aspetti più interessanti, e verrà loro chiesto di suggerire come esporli proprio per risaltare questi aspetti. I reperti raccontano la storia del luogo e il Museo di Cosa può esprimere pienamente la storia della città antica, storia che riguarda tutta la comunità, che pertanto in questa occasione è chiamata a partecipare alla stesura di questo racconto. Ai visitatori sarà quindi chiesto di riscrivere le didascalie, e sarà chiesto consiglio su come allestire alcune vetrine ex novo (alla presenza di un restauratore, che garantirà di movimentare i pezzi in sicurezza). Accanto ai reperti già esposti e che troveranno nuova collocazione, inoltre, saranno inseriti reperti “nuovi”.

I visitatori potranno così assistere ed essere partecipi ad attività che solitamente avvengono nel “dietro le quinte” e che però fanno parte della vita e dell’essenza stessa del museo. Non solo, ma saranno predisposte schede per raccogliere osservazioni, critiche e suggerimenti da tener presenti per un successivo riallestimento.

Una sala del Museo di Cosa, scatto realizzato da Italiavirtualtour.it

Una sala del Museo di Cosa, scatto realizzato da Italiavirtualtour.it

Questo del 7 dicembre è solo il primo appuntamento con “Cosa vorrei”: l’iniziativa infatti verrà ripetuta in futuro e accompagnata da altre attività tra cui un concorso per le scuole al fine di realizzare il logo del Museo.

Informazioni Evento:

Costo del biglietto: gratuito
Prenotazione: non necessaria
Luogo: Cosa, Museo Archeologico Nazionale

Telefono: 335 1449464; 0564 881421

E-mail: sba-tos.museocosa@beniculturali.it; sba-tos.servizieducativi@beniculturali.it

Facebook: https://www.facebook.com/ArcheoCosa?ref=hl

Annunci

3 thoughts on “Cosa, Museo Archeologico: “Cosa vorrei” il 7 dicembre

  1. Bellissima iniziativa, il “Cosa vorrei … “!! Che davvero si riesca a capire che cosa il pubblico d’oggi vorrebbe trovare in un museo? E’ lecito un dubbio: verranno prevalentemente coloro che sono interessati alla materia, mentre sarebbe interessante sapere l’opinione di coloro che molto raramente entrano in un museo e quasi mai in un museo archeologico.

  2. Voglio evidenziare che troppo spesso anche per chi ha passione per l’archeologia nei musei si trovano vetrine con didascalie illeggibili o addirittura assenti. Mancano quasi sempre indicazioni sul luogo del ritrovamento che invece sarebbe molto interessante conoscere. Pertanto lodo questa iniziativa e proporrei che venisse riproposta anche in altri musei ad esempio il museo archeologico di Firenze,dove le illustrazioni multimediali sul contesto storico sono del tutto assenti! Il pubblico che non entra nei musei forse vorrebbe anche sentire linguaggi nuovi per capire questo mondo.

    • L’iniziativa è aperta a tutti e ci auguriamo che non vengano solo gli addetti ai lavori. E’ un tentativo di aprirsi al mondo intero e conoscere le opinioni di chi parteciperà, anche se solo appassionati e interessati, ma comunque prima di tutto utenti e visitatori, è importante e prezioso.
      Peraltro l’iniziativa “Cosa vorrei/Il Museo che vorrei” è un’iniziativa in fieri, a puntate, ed a Cosa verrà senz’altro replicata in più occasioni, così da poter far tesoro anche in futuro di consigli e suggerimenti circostanziati.
      Siamo perciò fiduciosi che il 7 dicembre sia una giornata proficua per noi addetti ai lavori e gratificante per chi parteciperà e contiamo molto sull’opinione di cittadini e i visitatori, in modo che le osservazioni e i suggerimenti che riceveremo siano di stimolo e sprone per migliorare e rendere godibile al maggior numero di persone possibile l’affascinante e ricchissimo patrimonio archeologico che abbiamo la fortuna di avere in Italia, Cosa compresa.
      Maria Angela Turchetti
      Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Cosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...