Salone del Restauro di Firenze 2016: focus sui restauri archeologici

La nave «I», traghetto del IV secolo d.C., restaurata ed in via di esposizione presso il Museo delle Navi Antiche di Pisa

La nave «I», traghetto del IV secolo d.C., restaurata ed in via di esposizione presso il Museo delle Navi Antiche di Pisa

Nei giorni 10 e 11 novembre 2016 si svolge presso la Fortezza da Basso, il Salone del Restauro di Firenze. L’appuntamento, annuale, rivolto agli operatori dei Beni Culturali, vede anche quest’anno la partecipazione attiva della ex-Soprintendenza Archeologia della Toscana.

Con la recente riforma, la Soprintendenza è divenuta oggi Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. All’interno di essa, comunque, le attività archeologiche continuano come di consueto, e lo stesso dicasi per le attività di restauro archeologico, grazie all’impegno del Centro di Restauro. La tutela e la conservazione sono prioritarie nel lavoro quotidiano dei funzionari di Soprintendenza. Il restauro è a tutti gli effetti una delle branche della conservazione: in particolare, secondo quanto recita il Codice dei Beni Culturali e Paesaggio (art. 29, co. 4), per restauro si intende “l’intervento diretto sul bene attraverso un complesso di operazioni finalizzate all’integrità materiale ed al recupero del bene medesimo, alla protezione ed alla trasmissione dei suoi valori culturali“.

La ex Soprintendenza Archeologia della Toscana interviene al Salone del Restauro di Firenze con due eventi:

  • il 10 novembre alle ore 17 Grandi Restauri a Pisa, un convegno dedicato ai restauri condotti sia su beni mobili che immobili del patrimonio culturale pisano, tra cui i restauri condotti per il Museo delle Navi Antiche di Pisa (clicca sull’immagine per ingrandire):
Il programma del convegno "Grandi restauri a Pisa"

Il programma del convegno “Grandi restauri a Pisa”

  • L’11 novembre alle 14.30 Restauri Archeologici in Toscana, un convegno dedicato ai più recenti interventi di restauro condotti in tutto il territorio regionale, sia su reperti mobili e immobili, con particolare attenzione a nuove pratiche e tecnologie e ai materiali, quali il legno e i metalli, oggetto di delicata e particolare attenzione. In allegato, si può scaricare il programma: restauri archeologici in toscana-programma

Per visualizzare il programma completo e per saperne di più sull’accesso e sugli orari, si può consultare il seguente link:

http://www.salonerestaurofirenze.com/restauro/2016/visitatori/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...